Poco movimento ed esercizio fisico per 1,6 miliardi di persone

movimento e salute

Da uno studio dei ricercatori dell’Oms(Organizzazione mondiale della sanità) e pubblicato da The Lancet Global Health Journal emerge che sono 1,6 miliardi le persone nel mondo che non fanno abbastanza movimento. La sedentarietà è più alta nei paesi ricchi e le donne risultano essere meno attive degli uomini.

I dati che si riferiscono al 2016 risultano essere invariati rispetto al 2001 e mettono in evidenza il rischio di questa parte di popolazione: l’inattività comporta un maggiore rischio di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, demenza, e alcune forme di tumore. I dati di questo studio sono stati auto-riferiti dai partecipanti allo studio e sono relativi al movimento svolto al lavoro, a casa, per spostarsi da un luogo all’altro e quello svolto nel tempo libero. I paesi più pigri sono Kuwait(67%), isole Samoa(53%), Arabia Saudita(53%), Iraq(52%). Quelli più attivi sono Uganda e Mozambico dove solo il 6% della popolazione non fa movimento a sufficienza.

Dallo studio emerge che sono le donne le più sedentarie(1 donna su 3, contro 1 uomo su 4) perché non in tutte le aree del mondo hanno il tempo e la possibilità di dedicarsi al movimento. Nei paesi industrializzati le attività professionali sono sempre più sedentarie.

L’attività fisica consigliata dall’Oms per mantenersi in salute è di 150 minuti(3 ore circa) alla settimana di attività moderata oppure 75 minuti(un’ora e mezza circa) di esercizio settimanale ad elevata intensità.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

Send this to a friend